02/02/2023

Notizie dell'orrore

Recensione TV di The Witcher: Blood Origin

Complotto: Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di Lo stregone , Origine del sangue racconterà una storia perduta nel tempo: la creazione del primo prototipo di Witcher e gli eventi che hanno portato alla fondamentale congiunzione delle sfere, quando i pianeti di mostri, uomini ed elfi si sono fusi per diventare uno.

Revisione: L'appello di Lo stregone è stata, almeno per me, la performance di Henry Cavill. Avendo letto i romanzi che ha ispirato il videogioco e la serie televisiva, vedendo Geralt di Rivia incarnato da un attore con la stessa presenza di Cavill che ha elevato la serie da una distrazione polposa alla visione di destinazione. Prima di Cavill terza e ultima stagione mentre Geralt debutta a metà del 2023, la prima serie spin-off live-action arriva a Natale per raccontare la storia di come sono nati i Witchers. Origine del sangue , un prequel di quattro episodi ambientato dodici secoli prima della serie principale, è una rapida abbuffata che approfondisce la mitologia di questo mondo fantastico e riesce a raccontare una storia corposa con personaggi interessanti in meno della metà degli episodi di una serie tradizionale. The Witcher: L'origine del sangue è molto meglio di quanto mi aspettassi

  Netflix,The Witcher,Michelle Yeoh,L'origine del sangue

HBO e Prime Video hanno imparato le sfide per realizzare un prequel soddisfacente quest'anno. Tutti e due Casa del Drago e Gli anelli del potere aveva enormi basi di fan da placare ed è riuscito a farlo con enormi budget e attori con il riconoscimento del nome. Per origine del sangue, Netflix ha preso un rischio calcolato nel dare Lo stregone la creatrice della serie Lauren Schmidt Hissrich e lo sceneggiatore Declan De Barra hanno lasciato spazio al cast di relativamente sconosciuti, con solo Michelle Yeoh nel cast principale. Mentre Joey Batey appare come Jaskier e la serie presenta un ruolo piccolo ma vitale di Minnie Driver, la maggior parte di Origine del sangue Il cast di è popolato da attori sconosciuti al pubblico al di fuori del Regno Unito. Ma, dopo la messa in onda di questa serie, non mi aspetto che questi attori rimangano sconosciuti a lungo. Tutti abitano pienamente questo precursore del mondo familiare di Lo strigo in una storia che mi ha sorpreso per il modo in cui si collega direttamente alla serie principale.

Mentre Lo stregone presenta un trio principale in Cavill come Geralt, Anya Chalotra come Yennefer e Freya Allan come Ciri, Origine del sangue vanta una compagnia completa di eroi, principalmente elfi. La serie si concentra principalmente su Eile, un bardo noto come Lark, interpretato da Sophia Brown, e sul guerriero Fjall, interpretato da Laurence O'Fuarain. Entrambi gli elfi provengono da clan in guerra e sono costretti a unirsi quando Merwyn (Mirren Mack) massacra tutti i clan e li unisce come un impero. Merwyn ha in programma insieme al Capo Mago Balor (Lenny Henry) e al soldato Eredin (Jacob Collins-Levy) di saccheggiare mondi paralleli per rafforzare il loro controllo. Eile e Fjall si uniscono, nonostante le loro differenze, e arruolano l'ex insegnante di Eile, Scian (Michelle Yeoh), per abbattere il dittatore. Lungo la strada, vengono raggiunti dal guerriero nano Meldof (Francesca Mills), dall'elfo Callan (Huw Novelli) e dagli elfi magici Zacare (Lizzie Annis) e Syndril (Zach Wyatt). Insieme, questo gruppo ha tempo e armi limitati per fermare l'Imperatrice Merwyn, che ha anche una bestia mostruosa a sua completa disposizione.

Il mondo di Origine del sangue è molto diverso da quello che abbiamo visto in Lo stregone, e all'inizio sembra strano che elfi e nani siano le razze principali della storia. Tutto si riunisce nel capitolo finale della serie di quattro episodi in un modo che integra il mondo che abbiamo imparato a conoscere nella serie incentrata su Geralt. I primi tre episodi trascorrono molto tempo a promuovere le relazioni tra i personaggi principali e il modo in cui superano le loro differenze per sconfiggere un nemico comune. Tra i protagonisti del cast c'è Francesca Mills, la cui interpretazione di Meldof è un facile ladro di scene. Yeoh, come sempre, è fantastico qui, ma la chimica tra i protagonisti Brown e O'Fuarain è palpabile e fa davvero sentire gli eventi di questa storia vitali e importanti. Anche se la serie inizia un po' lentamente, sono stato accolto dal secondo episodio e sono contento di averlo mantenuto fino alla fine poiché l'episodio finale è essenzialmente una sequenza d'azione di un'ora che informa così tanto di Lo stregone mito che i fan non vogliono perderlo.

Lo sceneggiatore Declan de Barra, che condivide i compiti di sceneggiatura con Alex Meenehan, Aaron Stewart-Ahn, Tania Lotia, Kiersten Van Horne e Tasha Huo, ha creato una storia che funziona come un buon inizio per la prossima stagione di Lo strigo pur non sentendosi mai inutili. La serie limitata di quattro episodi è appena sufficiente per costruire questi personaggi senza oltrepassare il suo benvenuto. In effetti, mi sarebbero piaciuti più episodi o anche un'altra miniserie a sé stante incentrata su quest'epoca. Con valori di produzione e stile coerenti con The Witcher, questa serie avrebbe potuto essere inserita come parte della prossima stagione e avrebbe funzionato perfettamente. Per fortuna, Origine del sangue ha il suo spazio per respirare e svilupparsi e beneficia della colonna sonora atmosferica di Bear McCreary e delle sontuose riprese in location in Polonia.

  Netflix,The Witcher,Michelle Yeoh,L'origine del sangue

The Witcher: L'origine del sangue è più simile a un film esteso piuttosto che a una serie e funziona come un'abbuffata epica, perfetta controprogrammazione questo Natale. Lo dimostra anche Lo strigo non è un colpo di fortuna e che con i giusti valori di produzione e cast, questa fantasia è più che capace sopravvivere senza Henry Cavill . Dandoci i lontani inizi di Witchers e come la magia e i mostri sono entrati nel loro mondo, Origine del sangue è un'ottima introduzione per i fan che imparano a conoscere The Witcher e una delizia per gli appassionati più accaniti in attesa della nuova stagione della serie principale. C'è sesso, violenza e la giusta quantità di umorismo per renderlo una degna aggiunta al canone di The Witcher, oltre a reggere il confronto con le altre serie fantasy che hanno debuttato in questa stagione.

The Witcher: L'origine del sangue anteprime su 25 dicembre su Netflix.

Fonte joblo.com

Lovechika-News

Aggiornamenti quotidiani su film e notizie TV, tutte le ultime recensioni di film, trailer di film, date di uscita, poster e altro ancora

Immagine

Norm Macdonald ha filmato uno speciale cabarettista segreto per Netflix prima della sua morte

© Lovechika-news.com.