02/02/2023

Notizie dell'orrore

47 metri giù: Uncaged (recensione del film)

COMPLOTTO: Un gruppo di ragazze decide di rischiare e si tuffa in una città sotterranea in rovina. Sfortunatamente per loro, è abitato da squali mortali pronti a masticare alcuni gustosi snack carnosi.

REVISIONE: Nel 2017, un piccolo film con protagonista Mandy Moore , Claire Holt e uno squalo assassino è riuscito a diventare un successo estivo a sorpresa. 27 METERS DOWN è stato un divertente thriller sulle immersioni in gabbia andate storte. Regista Johannes Roberts è riuscito a fare molto con un budget limitato e, francamente, non sorprende che ora abbiamo un sequel. E questa volta il cast è più grande, gli squali sono più feroci e, come suggerisce il titolo... non ci sono gabbie. 27 METRI IN GIÙ: UNCAGED tenta di iniettare la stessa energia in questo film a basso budget come ha fatto la prima volta, e per molti versi ci riesce. Gli attori sono per lo più solidi e gli effetti sono abbastanza impressionanti da dare al pubblico una buona scossa o due. Eppure questo è un sequel che vale la pena entrare nel teatro? Bene, continua a leggere e decidi tu stesso.

UNCAGED è incentrato su due ragazze che purtroppo sono diventate sorelle grazie ai genitori ( John Corbett e Nia Long ) sposarsi. Sfortunatamente per Mia (Sophie Nélisse), la sorella non scelta Sasha (Corinne Foxx) non è del tutto contenta del nuovo membro della famiglia. Le cose vanno anche peggio per lei perché è costantemente vittima di bullismo da parte di una ragazza di nome Catherine ( Brec Bassinger ) e suo padre è sempre impegnato a lavorare su una vecchia città sottomarina che è stata scoperta. Sperando di riunire Mia e Sasha, offre loro la possibilità di fare un giro in barca con fondo di vetro specializzato in squali. Le cose cambiano quando le amiche di Sasha, Alexa (Brianne Tju) e Nicole (Sistine Rose Stallone), decidono di fare un tuffo vicino alla città perduta dove lavora il padre di Mia. E sì, è una decisione terribile. Una volta scese nel profondo mare blu, le ragazze si trovano faccia a faccia con alcuni squali mortali.

  47 metri giù, Uncaged, sequel, Johannes Roberts, squali, Sistine Stallone, Corrine Foxx, John Corbett, sequel Johannes Roberts riesce a ottenere il massimo con un budget ridotto. Con UNCAGED, il regista ha creato un piccolo lungometraggio leggermente claustrofobico con alcune sequenze davvero intense. Molti potrebbero preferire maggiormente la semplice versione dell'originale, ma il sequel migliora su alcuni livelli. Anche se la prima volta non ero un grande fan della sequenza finale, questa è molto divertente, anche se ridicolmente poco plausibile. Senza rivelare molto, se arrivi alla fine senza odiare questo thriller sugli squali, assicurati di lasciare che qualsiasi logica sprofonda nelle profondità della tua mente. Lo scontro finale è oltre il ridicolo, ma probabilmente darà a un teatro pieno di fan degli squali qualcosa su cui gridare e urlare. O alzerai gli occhi al cielo per la pura audacia di tutto ciò.

Proprio come il primo film, quello di Roberts ha riunito un cast attraente, uno che ti darà una manciata di persone per cui tifare. Per quanto riguarda le ragazze principali, Nélisse è una buona scelta per la protagonista innocente. Sia Corinne Foxx ( Jamie Foxx 's figlia) e Sistine Rose Stallone (sì, la bambina di Sly) aggiungono un po' di divertimento al mix. Infine, Brianne Tju interpreta la più 'intelligente' delle quattro e ha alcuni momenti fantastici. Detto questo, è un po' difficile entrare in contatto con questi personaggi all'inizio poiché tendono a fare delle scelte incredibilmente stupide e sicuramente ne pagano il prezzo. Ironia della sorte, la signora Basinger (che interpreterà Stargirl nella prossima serie) riesce a creare un bullo davvero terribile, quindi attribuiscile una buona interpretazione. Tuttavia, il suo personaggio è così crudele senza alcun motivo che speri contro ogni speranza che salti in acqua e venga mangiata.

  47 metri giù, Uncaged, Johannes Roberts, squali, sequel, Corrine Foxx, Sistine Stallone, John Corbett Se hai intenzione di goderti davvero questo sequel squallido, faresti meglio a lasciar andare ogni tipo di bisogno di logica e senso. Il dialogo può essere un po' stupido, e il motivo per cui sono in acqua è piuttosto idiota, specialmente quando il caro vecchio papà condivide presto un dente di squalo con sua figlia. Se hai trovato un dente enorme vicino a dove stai lavorando, forse troverai l'animale che lo accompagna. Se puoi lasciar perdere tutto questo e goderti il ​​viaggio, c'è sicuramente abbastanza da apprezzare. Per un film PG-13, ci sono sicuramente un paio di scosse che faranno urlare il pubblico. E gli stessi squali sono in modo convincente spaventoso mentre danno la caccia alle ragazze pronte a prendere un grosso morso di umano. L'unica vera lamentela quando si tratta degli attacchi è che ci sono un paio di momenti che sono un po' troppo oscuri per vedere davvero cosa diavolo sta succedendo.

In definitiva, 47 METRI IN GIÙ: UNCAGED è meglio di quanto dovrebbe essere. Quella che avrebbe potuto facilmente essere una versione VOD è leggermente più coinvolgente a causa dell'energico regista di Roberts e, occasionalmente, di uno spavento decente. Gli squali sono intensi e gli attori sono abbastanza bravi da farti preoccupare un po'. E poi c'è l'ultima mezz'ora. È quasi ridicolo quanto sia folle tutto ciò, ma francamente mi è piaciuto più del finale del primo film. Logica a parte, questo è un sequel divertente ma imperfetto che forse vale la pena dare un'occhiata, soprattutto per gli appassionati di attacchi di animali. Tuttavia, a meno che tu non sia davvero disperato di vederlo con un enorme weekend di apertura del pubblico, potresti provare a fare una matinée d'occasione.

Lovechika-News

Aggiornamenti quotidiani su film e notizie TV, tutte le ultime recensioni di film, trailer di film, date di uscita, poster e altro ancora

Immagine

Star Wars: Gary Oldman dice di aver inizialmente doppiato il generale Grievous

© Lovechika-news.com.